.
Annunci online

  sgOppidoLucano giovani lucani europei
 
Diario
 


Ciao a tutti i
compagni e le
compagne...

      


Sinistra Giovanile
Oppido Lucano
Via Bari, 31
85015 Oppido L.
sgoppido@libero.it 





1 settembre 2008

Giovani e Politica, "Perchè Non Ci Crediamo"

                  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giovani politica giovanile democratica

permalink | inviato da sgoppido il 1/9/2008 alle 22:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 luglio 2008

Caro Presidente

Copio ed incollo l'editoriale di Antonio Padellaro(direttore de l'Unità) apparso oggi sul medesimo giornale. Noi, lo sottoscriviamo tutto, parola per parola, perchè ci sembra che così, questa situazione, non stia andando tanto bene, anzi...per niente.


Quando promulga una legge il presidente della Repubblica non esprime un’opinione personale. Significa che ne ha verificato la legittimità costituzionale. A proposito del lodo Alfano questo ci dice il Quirinale nel suo breve comunicato: il testo approvato dalle Camere corrisponde ai rilievi formulati dalla Corte Costituzionale nella sentenza del 2004, quella che sancì l’incostituzionalità del lodo che allora si chiamava Schifani. È possibile che anche questa volta la Consulta sia chiamata a decidere sulla stessa materia. Vedremo con quali esiti. Tuttavia, non saremmo sinceri se nascondessimo il nostro forte disagio per la norma sull’immunità delle quattro più alte cariche dello Stato dietro il rispetto formale per l’istituzione che ne ha convalidato il testo o nell’attesa di una decisione successiva. Perciò, se ci rivolgiamo al presidente Napolitano è perché in questi difficili anni ha saputo esercitare la sua alta funzione in modo ineccepibile dando nello stesso tempo ascolto e voce a quanto dal Paese veniva espresso. Non pretendiamo certo di rappresentare tutti gli italiani ma sappiamo che sono numerosi quelli che giudicano il lodo come un grave strappo al principio di uguaglianza dei cittadini davanti alla legge. In Parlamento l’opposizione ha manifestato i pericoli di questa grave rottura delle regole. Invano, poiché dall’altra parte c’è una maggioranza che non ascolta ma, prona, solo ubbidisce. Da oggi dunque ci sono quattro cittadini più uguali degli altri e tutto per consentire a uno solo, e sappiamo a chi, di non essere più sottoposto ai dettami della giustizia, come un sovrano senza limiti. Caro Presidente, siamo convinti che lei troverà il modo e le parole per rispondere anche a questo largo malessere. In nome dell’unità nazionale che lei rappresenta, e che qualcuno cerca di calpestare per esclusivi interessi personali, gliene saremo grati.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. napolitano antonio padellaro l'unità

permalink | inviato da sgoppido il 24/7/2008 alle 22:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 luglio 2008

Festa della musica (parte2)

Salve gente,anche quest'anno stiamo cercando di organizzare la festa della musica, visto il successo dell'estate scorsa non potevamo che bissare.Ci saranno alcune belle novità (speriamo vi piacciano), ma le più belle sono comunque quelle che ci suggerirete voi. Aspettando con ansia i vostri suggerimenti vi salutiamo festosamente.

P.S. il giorno dovrebbe essere il 14 agosto e la location sempre quella(il condizionale però è d'obbligo)

           


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. oppido festa della musica

permalink | inviato da sgoppido il 14/7/2008 alle 13:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


17 giugno 2008

ma cosa ha fatto di male Prodi

Berlusconi si è appena scritto da solo(nel vero senso della parola) una legge che gli cancella tutti i processi che aveva a carico...In sicilia tutti, ma proprio tutti, hanno ascoltato il consiglio di Veltroni, e il pdl ha preso 8 province su 8...il governo ha decretato l'arrivo nelle strade delle città di tremila soldati....Ma in quale stato siamo?!?E poi era Prodi che non andava bene.
Io intanto continuo a vergognarmi.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. processi berlusconi vergogna

permalink | inviato da sgoppido il 17/6/2008 alle 19:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


30 maggio 2008

Il primo vandalo di Roma

 

Quattro ragazzi aggrediti all’università la Sapienza di Roma da un gruppo di militanti di Forza Nuova.

Eccolo svelato il volto nuovo di Roma, della città eterna. Era questa la tanto sperata svolta, il cambiamento promesso da Alemanno in campagna elettorale. E’ questa la sicurezza che questo stronzo di sindaco ci ha fatto credere.

Ma si…siamo noi che abbiamo capito male, lui voleva proteggerci dagli immigrai, dai Romeni, solo da loro perché rappresentano il marcio, il pericolo, perché sono il male.

Quello che mi fa più male è che i cittadini della capitale lo hanno votato e sono contenti di averlo fatto. E adesso eccola qui la gente delle stronzate, la gente superficiale,la gente che crede a tuto quello che gli viene detto. Eccola tutta qui anche l’informazione che ci ha riempito le scatole fino alla nausea di immagini di vecchine che senza aver visto mai un rom dicevano di non volere uscire di casa per paura di essere uccise o derubate.CAZZATE, TUTTE CAZZATE.

Adesso però che io ho veramente paura per quello che sta succedendo, che ho paura di andare all’università perché potrei ritrovarmi in ospedale, ho paura di portare la maglietta del “che” o i capelli lunghi, adesso A ME CHI VERRA’ A PROTEGGERMI…ALEMANNO!?!

P.S. d’altronde non si può dar torto a quelle merde, figli di papà che hanno aggredito quattro ragazzi; loro si sentono legittimati perché anche Alemanno da ragazzo era solito girare per le vie di Roma con le bombe in mano da tirare ai “comunisti”. In fondo lo sanno tutti che ognuno può ottenere ciò che vuole con la violenza…o no?!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alemanno fascisti aggressione sapienza

permalink | inviato da sgoppido il 30/5/2008 alle 13:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 maggio 2008

Feste de l’Unità, il nome è tutto

 Antonio Padellaro

Le Feste dell’Unità sono le Feste dell’Unità e non basterebbe una intera biblioteca per raccontare, spiegare, esprimere la quantità di sentimenti, di passioni, di valori che questo nome suscita. Ma dire « Festa dell’Unità » è andare oltre il puro significato identitario o politico. È quella cosa li, e non c’è bisogno di aggiungere altro. Festa dell’Unità è la cosa e il luogo. Anzi, è stato scritto non un luogo fisico ma una dimensione dell’essere. Un nome che definisce se stesso, come avviene per tutti i marchi universalmente riconoscibili, evocativi, e che nessuno si sognerebbe di cambiare.

Per questo siamo sicuri di avere mal compreso le indiscrezioni che parlano di un addio alla «Festa dell’Unità», a partire dalla prossima edizione nazionale di Firenze. Ci viene spiegato che il nuovo logo (si parla di «Festa Democratica») e la conseguenza della nascita di un nuovo partito, il Pd, nel quale convivono storie politiche diverse e non più riconducibili ai vecchi ceppi.

Siamo altresì convinti che si troverà il modo giusto per far convivere questo e quello, il nuovo e l’antico evitando di cancellare qualcosa che resta comunque nel cuore di milioni di persone.

Lo diciamo sul giornale che si onora di avere dato il nome alle Feste dell’Unità. Ricordando una frase, se non sbagliamo, di Elias Canetti. Che dare un nome alle cose è la più grande e seria consolazione concessa agli umani.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. festa unità

permalink | inviato da sgoppido il 28/5/2008 alle 10:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


30 aprile 2008

Mamma Roma

 A Roma salutavo gli amici. Dove vai? Vado in Perù. Ma che sei matto?
Me ne andavo da quella Roma puttanona, borghese, fascistoide, da quella Roma del "volemose bene e annamo avanti", da quella Roma delle pizzerie, delle latterie, dei "Sali e Tabacchi", degli "Erbaggi e Frutta", quella Roma dei castagnacci, dei maritozzi con la panna, senza panna, dei mostaccioli e caramelle, dei supplì, dei lupini, delle mosciarelle...
Me ne andavo da quella Roma dei pizzicaroli, dei portieri, dei casini, delle approssimazioni, degli imbrogli, degli appuntamenti ai quali non si arriva mai puntuali, dei pagamenti che non vengono effettuati, quella Roma degli uffici postali e dell’anagrafe, quella Roma dei funzionari dei ministeri, degli impiegati, dei bancari, quella Roma dove le domande erano sempre già chiuse, dove ci voleva una raccomandazione...
Me ne andavo da quella Roma dei pisciatoi, dei vespasiani, delle fontanelle, degli ex-voto, della Circolare Destra, della Circolare Sinistra, del Vaticano, delle mille chiese, delle cattedrali fuori le mura, dentro le mura, quella Roma delle suore, dei frati, dei preti, dei gatti...
Me ne andavo da quella Roma degli attici con la vista, la Roma di piazza Bologna, dei Parioli, di via Veneto, di via Gregoriana, quella dannunziana, quella barocca, quella eterna, quella imperiale, quella vecchia, quella stravecchia, quella turistica, quella di giorno, quella di notte, quella dell’orchestrina a piazza Esedra, la Roma fascista di Piacentini...
Me ne andavo da quella Roma che ci invidiano tutti, la Roma caput mundi, del Colosseo, dei Fori Imperiali, di Piazza Venezia, dell’Altare della Patria, dell'Università di Roma, quella Roma sempre con il sole – estate e inverno – quella Roma che è meglio di Milano...
Me ne andavo da quella Roma dove la gente pisciava per le strade, quella Roma fetente, impiegatizia, dei mezzi litri, della coda alla vaccinara, quella Roma dei ricchi bottegai: quella Roma dei Gucci, dei Ianetti, dei Ventrella, dei Bulgari, dei Schostal, delle Sorelle Adamoli, di Carmignani, di Avenia, quella Roma dove non c’è lavoro, dove non c’è una lira, quella Roma del "core de Roma"...
Me ne andavo da quella Roma del Monte di Pietà, della Banca Commerciale Italiana, di Campo de’ Fiori, di piazza Navona, di piazza Farnese, quella Roma dei "che c’hai una sigaretta?", "imprestami cento lire", quella Roma del Coni, del Concorso Ippico, quella Roma del Foro che portava e porta ancora il nome di Mussolini, Me ne andavo da quella Roma di merda! Mamma Roma: Addio!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mamma roma

permalink | inviato da sgoppido il 30/4/2008 alle 12:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


13 aprile 2008

X

E' tempo di scegliere.
 Noi l'abbiamo già fatto.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd elezioni

permalink | inviato da sgoppido il 13/4/2008 alle 4:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 aprile 2008

Si Può Fare


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. si può fare pd

permalink | inviato da sgoppido il 11/4/2008 alle 12:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 aprile 2008

La campagna elettorale del Cavaliere

 IL QUINTO Berlusconi ha chiuso con un finale alla Dorando Petri. In linea con una campagna elettorale che non aveva molta voglia di fare e che ha fatto senza voglia né sogni né miracoli e alla fine anche senza voce. E' arrivato all'ultimo traguardo del Colosseo trafelato, reduce dagli studi di Porta a Porta e dal restauro del trucco, con un'ora di ritardo sulla tabella di marcia, inciampando fra i cavi e le parole.

Ad aspettarlo poche migliaia di persone. Ha subito congedato il principale alleato Fini come fosse un riempitivo ("Ringrazio Gianfranco per avervi tenuti occupati per più di un'ora") e in capo a due minuti aveva già smarrito il discorso ("Ho perso il filo, che cosa stavo dicendo?"). Poi è andato di repertorio, ma soprattutto ha fatto una lunga cronaca della puntata da Vespa appena registrata, vantandosi molto di aver "sbugiardato" per ore il Veltroni della sera precedente.

In pratica si è gloriato d'aver sfruttato in maniera piuttosto ignobile, per quanto efficace, il vantaggio di aver parlato per ultimo, grazie al sorteggio pilotato delle tv. La cosa però alla sua gente è piaciuta parecchio. Nella demonizzazione dell'avversario, che rimane la specialità del Cavaliere, è stato anche brillante, a tratti spiritoso. Il picco esilarante del comizio conclusivo è stato tuttavia un altro, involontario. Quando un Berlusconi al colmo della felicità ha comunicato con un crescendo della (poca) voce la notizia bomba del probabile arrivo di Ronaldinho al Milan. A una folla di romanisti e laziali, muta, perplessa, con una salve di fischi, oltre l'appartenenza politica.

E' la prima volta, in quindici anni, che capitava di vedere Berlusconi fischiato dai suoi fans. E chissà cosa hanno pensato i tifosi romanisti quando poco dopo ha attaccato il loro idolo, il capitano della Roma, Francesco Totti. "Se per la corsa al Campidoglio appoggia Rutelli non ci sta con la testa. Quando uno non ci sta, non ci sta". Apriti cielo, stupore tra i militanti che se ne stavano andando mentre la notizia, attraverso le radio private, faceva subito il giro della città.

L'attacco a Veltroni costituiva almeno la parte nuova, fresca, del discorso berlusconiano, poi scivolato nella seconda parte su slogan ormai logori, vecchie storie di comunismo, il Ponte sullo Stretto, le tre "i", l'abolizione dell'Ici, insomma il riassunto delle puntate precedenti. Tanto che alle prime timide gocce dal cielo, lo stesso popol suo ha cominciato a urlargli: "Silvio, piove!". E lui, allargando le braccia: "Eh, ho capito che piove. Cosa devo fare? Cantare la canzone di Modugno? Se avete pazienza, ora finisco". E ha finito per davvero con un vecchio numero, chiamando sul palco "una bella tosa", Alessandra Mussolini. Questo di tanta speme oggi gli resta.

Tutta la quinta campagna di Berlusconi è vissuta su questo esibire la fatica, quasi il dolore di dover ancora correre per Palazzo Chigi: il "sacrificio", la "grave responsabilità sulle spalle". E' vero che l'ha sempre detto, fin dalla discesa in campo ("Ho deciso di bere l'amaro calice"), ma col sorriso sulle labbra.

P.S. ma veramente possiamo dare le sorti dell' Italia in mano a questa "persona"!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd berlusconi totti

permalink | inviato da sgoppido il 11/4/2008 alle 11:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 marzo 2008

Si può fare

Oggi apre ufficialmente la campagna Elettorale del PD di Basilicata. Noi saremo qui. Se volete e se potete fate una scappata, noi vi aspettiamo!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd basilicata

permalink | inviato da sgoppido il 19/3/2008 alle 13:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 marzo 2008

Mi fido di Te


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd mi fido di te

permalink | inviato da sgoppido il 7/3/2008 alle 16:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


4 marzo 2008

Eccole

 Il coordinamento nazionale del Partito Democratico, nel pomeriggio di oggi ha approvato le liste dei candidati alla Camera ed al Senato, per le elezioni del 13 e 14 aprile.

Camera
Salvatore Margiotta, Antonio Luongo, Elisabetta Zamparutti, Salvatore Russillo, Rosaria Vicino, Antonio Anatrone
Senato
Nicola Latorre, Filippo Bubbico, Carlo Chiurazzi, Maria Antezza, Paolo Naccarato, Vito De Filippo, Vincenzo Folino

Eccole qui le liste, a voi i commenti. Io vorrei solo precisare che queste persone non andranno tutte in parlamento anzi...vi spiego: per quanto riguarda la camera i primi due candidati entreranno sicuramente, il terzo soltanto se il PD vince le elezioni;  Al Senato invece due ne entrano sicuri, e il terzo soltanto se il PD in Basilicata supera il 40%(il cosiddetto premio di maggioranza).
Questo è tutto. Io personalmente, avrei preferito leggere un nome più giovane, ma devo accontentarmi visto che questa legge elettorale mi da il beneficio di non contare un cazzo!!!

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd elezioni candidati basilicata

permalink | inviato da sgoppido il 4/3/2008 alle 21:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


3 marzo 2008

L'attesa

Oggi molto probabilmente usciranno i nomi dei candidati nelle liste del pd delle le prossime elezioni. Siamo in attesa di notizie...vi terremo aggiornati


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni candidati pd

permalink | inviato da sgoppido il 3/3/2008 alle 14:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 febbraio 2008

Ualter Ueltroni

Ragazzi cliccate qui e guardatevi il blog, vi scompiscerete dalle risate. E' un blog interamente dedicato alle "pillole di saggezza" su Walter Veltroni. Qui di sotto segue qualche esempio:

-Nel 1814 un antenato di Uolterueltroni ha creato l'Arma dei Carabinieri.
Che sono una forza armata ma anche una forza di polizia.
-Uolterueltroni non schiaccia le noci: chiede loro - educatamente e pacatamente - di aprirsi.
-UolterUeltroni il sabato sera si lascia andare e beve un chinotto, ma solo uno che poi deve guidare.
-Quando sua madre da bambino gli metteva l'aceto in testa, Uolterueltroni piangeva senza farsi vedere perchè era dispiaciuto per i pidocchi.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. uolterueltroni

permalink | inviato da sgoppido il 24/2/2008 alle 15:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     luglio       
 

 rubriche

Diario
1° maggio 2007
Iniziative Sg
Concerti

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Oppido Lucano
Partito Democratico
PD Oppido Lucano
PD Basilicata
Fermenti Democratici
SG Basilicata
Sg World
DS
feste de l'unità
l'Unità
Il Riformista
L'Ulivo
La Repubblica
Antonio Cimadomo
martins blog
Fandom Trio
Galatea
nicola baccelliere
Banda Oppido L.
Teattro Obadiah

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom